Di Pierre Coppi e Monica Giloni

Ormai ci siamo. Fra poche ore questo incubo lungo 365 giorni che è stato il 2020 potremo lasciarcelo alle spalle. Prima però c’è una cosa molto importante da fare, ovvero incoronare quello che, per noi di PW83, è stato il gioco dell’anno. Oggettivamente, se per tutto quello che concerne il “mondo reale” il 2020 è stato qualcosa di assolutamente disastroso, tra pandemie mortali globali e via discorrendo, almeno sul piano videoludico non ci si può lamentare: titoli di alto calibro, produzioni tripla A, remake di classici senza tempo… e come se non bastasse, anche il lancio della tanto agognata next-gen.

Ad ogni modo, bando alle ciance e buttiamoci nel vivo dell’azione, andando a stilare la lista dei dieci titoli migliori che ci ha portato questo 2020. I criteri di selezione saranno semplicissimi. I giochi della lista saranno quelli che sono stati pubblicati nel 2020 e giocati dalla redazione di PW83. Ogni titolo presentato avrà un suo trailer, una sua descrizione (il perchè della sua presenza in lista, fondamentalmente) e per finire un rimando all’articolo pubblicato su www.powerwave83.art.blog, quando possibile. La piattaforma a lato del titolo (Xbox, Playstation, ecc.), è bene ricordarlo, è dove abbiamo testato il prodotto, non è indice di esclusività verso la suddetta.

Prima di entrare nel vivo però, lasciateci spendere due parole su alcuni giochi che, seppur ben fatti, non sono riusciti ad entrare nella nostra personale graduatoria. Uno di questi sarà sicuramente Trials of Mana Remake, rivisitazione del classico uscito per SNES e che per la prima volta sbarca sulle coste occidentali. Se volete leggere la recensione, questo è il link (Clicca). Proseguendo nella lista, vogliamo citare anche Sakura Wars, reboot della serie nata nella lontana era dei 32-bit su SEGA Saturn, un gioco particolarissimo che a parte qualche indecisione e qualche tempo morto, ci è piaciuto grazie soprattutto a una gran bella caratterizzazione dei personaggi. Come prima, questo è il link all’articolo (Clicca). Impossibile poi non menzionare il gigantesco Mortal Kombat 11, che quest’anno ha ricevuto l’espansione definitiva (da cui il nome, MK11 Ultimate). Se volete capire il motivo del nostro entusiasmo, eccovi accontentati (Clicca). Ci sarebbero poi tante altre piccole perle di cui parlare, titoli magari non perfetti ma realizzati con idee interessanti e tanta passione. Per quello però vi lasciamo liberi di farlo quando avremo più tempo, il 2020 sta finendo e abbiamo una lista da stilare!

Ikuzo, si comincia!

10. Tetris Effect (Xbox Series X)

Ah, Tetris. Il gioco dal gameplay perfetto, immutato dal suo lancio decenni addietro. Questo nuovo Tetris Effect Connected ci ha semplicemente rapito, con la sua fusione di gameplay classico e moderno. Colonna sonora semplicemente superba, uno stile incredibile, onirico quasi, ed ecco che il classico senza tempo guadagna il suo posto nella lista del Goty 2020.

Recensione: https://powerwave83.art.blog/2020/12/05/tetris-effect-connected-xbox-series-x-review/

9. DIRT 5 (Xbox Series X/Xbox One)

DIRT 5 è stato un fulmine a ciel sereno, quasi. Se prima facevamo fatica a collocarlo in un qualsiasi genere, ora che il brand è stato trasformato in un arcade puro non possiamo che elogiare Codemasters. Sfrecciare con i bolidi fuoristrada nell’ultimo capitolo è una esperienza veramente divertente, complice ance il potente comparto tecnico su Xbox Series X. Non è privo di difetti, ma questa “rinascita” non può che farci venire l’acquolina in bocca per il nuovo, ipotetico ma sicuramente immancabile, capitolo.

Recensione: https://powerwave83.art.blog/2020/11/11/dirt-5-xbox-series-x-xbox-one-review/

8. Ghostrunner (Xbox One S)

Abbiamo ancora nella testa la colonna sonora di Daniel Deluxe. Abbiamo adorato alla follia Ghostrunner, un gioco che vi metterà alla prova senza pietà, senza il minimo margine di errore. Tutto si svolgerà alla velocità della luce, con un ritmo incalzante, un crescendo di azione incredibile, sangue, luci al neon e ottimo world-building. Abbiamo già scritto che abbiamo adorato Ghostrunner?

Recensione: https://powerwave83.art.blog/2020/10/31/ghostrunner-xbox-one-ps4-review/

7. Resident Evil 3 Remake (Xbox Series X, PlayStation 4 Pro)

Ne abbiamo sentite di ogni riguardo a Resident Evil 3 Remake: “è corto, mancano pezzi, ne hanno aggiunti altri, blablabla” e via dicendo, aggiungete pure tutte le chiacchiere da “bar dell’internet” che volete, il risultato non cambia. Al netto di alcuni evidenti difetti, a noi RE3R è piaciuto, al punto da spenderci sopra qualcosa come 50 ore su PS4Pro e quasi altrettante in versione digitale per Xbox Series X. Qualcosa vorrà pur dire.

Recensione: https://powerwave83.art.blog/2020/04/29/resident-evil-3-remake-ps4-review/

6. The Last of Us part II (PlayStation 4 Pro)

Uff. Ora si iniziano a sudare le canoniche sette camicie, arrivano le gatte da pelare, e chi più ne ha più ne metta. Siamo già pronti a ricevere i commenti di lamentela di gente che avrebbe voluto il kolossal di Naughty Dog sul gradino più alto del podio. Ricordatevi che questa è la nostra lista, con le nostre preferenze. E per quanto TLOU2 ci abbia tenuti attaccati allo schermo dall’inizio alla fine, non ci ha convinto fino in fondo a livello di trama ma soprattutto con un gameplay che alla lunga può stancare. E purtroppo TLOU2, per il genere, è molto lungo.

Recensione: https://powerwave83.art.blog/2020/06/26/the-last-of-us-parte-2-ps4-review/

5. Cyberpunk 2077 (Xbox Series X, Xbox One S)

Ah, Cyberpunk… se solo avessero aspettato un po’. Bug, glitches, una comunicazione non proprio cristallina da parte di CDPR, tutto ha lavorato contro un gioco dentro cui si può sentire la mano di uno sviluppatore appassionato. Lasciando da parte teorie complottiste e quant’altro, noi non abbiamo avuto particolari problemi durante la fase di test, e abbiamo adorato quanto giocato. Trama, ambientazione, personaggi: tutto al top, come da tradizione CD PROJEKT RED.

Recensione: https://powerwave83.art.blog/2020/12/18/cyberpunk-2077-xbox-series-x-review/

4. Yakuza: Like a Dragon (Xbox Series X)

Abbiamo capito che Y:LAD sarebbe entrato nella nostra lista nel momento in cui, durante uno dei tanti combattimenti (a turni, novità per la serie), abbiamo abbattuto un nemico usando un vibratore gigante, eliminando poi i rimanenti chiamando sul cellulare Nancy-chan, una aragosta. In quell’istante tutto ha fatto click. Un gioco curatissimo sotto qualunque aspetto, dalla grafica al rinnovato gameplay, e dove tutto è portato all’estremo: comicità, dramma… se questo è il nuovo corso che Ryu Ga Gotoku intende prendere per la serie, ben venga!

Recensione: https://powerwave83.com/2021/06/22/yakuza-like-a-dragon-xbox-series-x-playstation-5-review/

Si entra ora nella parte calda della lista, il podio.
Scoprite chi vincerà continuando a leggere!

3. Streets of Rage 4 (Nintendo Switch, Xbox Series X, Xbox One)

Che meraviglia. Altre parole non ci vengono in mente per descrivere quello che Dotemu, Guard Crush e Lizard Cube sono riuscite a creare, riportando alla luce questo franchise iconico. Gameplay incredibilmente complesso e versatile, una colonna sonora da urlo (che ascoltiamo tutt’ora) e un comparto grafico assolutamente esplosivo (tutto è disegnato a mano) ci hanno rapiti al punto di comprarne una copia digitale, una copia fisica, e come se non bastasse, rigiocarcelo per l’ennesima volta quando è stato inserito su GamePass. Serve altro?

Recensione: https://powerwave83.art.blog/2020/05/22/streets-of-rage-4-switch-ps4-xone-review/

2. Ghost of Tsushima (PlayStation 4 Pro)

Eravamo stanchi, stanchissimi degli open-world, non lo nascondiamo. Onestamente, non eravamo nemmeno tanto eccitati riguardo a GoT appena uscirono i primi trailer. Si, da appassionati del Giappone e della sua cultura eravamo interessati, quello senza dubbio, ma l’idea di ritrovarci in un ennesimo open world, svolgendo le solite trite e ritrite side-quest avevano sicuramente smorzato l’entusiasmo. Poi, in fase di recensione, la sorpresa: Ghost of Tsushima ci ha rapito con i suoi scenari idilliaci, il suo gameplay semplice ma ben strutturato, e la sua storia, scritta con un gran cuore e in grado di farci affezionare a tutti i personaggi, in primis Jin Sakai, il protagonista. Stupendo, e non vediamo l’ora di giocare un sequel. Brava Sucker Punch!

Recensione: https://powerwave83.art.blog/2020/07/24/ghost-of-tsushima-ps4-review/

Ed ora, rullo di tamburi.
Signori e signore, il vincitore del Game of The Year Award 2020 secondo lo staff di PowerWave83
.

1. Final Fantasy VII Remake (PlayStation 4 Pro)

Era inevitabile. Da ragazzini cresciuti giocando all’originale su PSX nel 1997, già il solo fatto che Square avesse intenzione di creare un remake di quello che forse è il più grande j-rpg di tutti i tempi era stato in grado di emozionarci. Potete quindi immaginare la nostra reazione nel momento in cui ci è stato possibile testare il gioco in anteprima in occasione dell’evento di lancio. Pensavamo che sensazioni simili non potessero essere bissate, e come spesso accade, ci sbagliavamo. Final Fantasy VII Remake è stato in grado di emozionarci dall’inizio alla fine, lasciandoci spesso con gli occhi lucidi, grazie a una trama riscritta in maniera esemplare (non dimentichiamoci che la sequenza di Midgar, nel gioco originale, durava grossomodo 4 ore, il Remake ne richiede non meno di 50), un gameplay rinnovato e avvincente (semi-real-time, semi-turn-based) e un comparto tecnico che non sfigura nemmeno a fianco delle più recenti produzioni next-gen, unitamente a una colonna sonora iconica e per l’occasione ri-arrangiata, in grado di regalare emozioni potentissime. Stupendo, incredibile, non sappiamo nemmeno più quali aggettivi usare… tutto quello che sappiamo è che noi siamo già pronti al secondo episodio!

Recensione: Non disponibile

Ed eccoci quindi alla fine. Come abbiamo già scritto, questo 2020 è stato un anno disastroso per tantissimi motivi, ma perlomeno a livello gaming non abbiamo avuto di che lamentarci. Che abbiate giocato su Ps4, Ps5, Nintendo Switch, Xbox Series X o One, i bei giochi non sono sicuramente mancati. Vi lasciamo con l’augurio che il 2021 possa essere un anno fortunato, e che sappia regalarci altre centinaia di ore di gioco.

Buon anno da tutto lo staff di PowerWave83!
Pierre, Monica, Alessandra, Andrea

Posted by:Powerwave83

2 risposte a "#GOTY2020 – PowerWave’s Game of the Year"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...