Di Pierre Coppi

Il calcio manageriale, dapprima su PC e poi su console, ormai è una storia che va avanti da anni. Dai primi, abbozzati esperimenti conosciuti come PC Calcio, quando all’epoca avere un Pentium era qualcosa di quasi fantascientifico, ai giochi di oggigiorno, dove praticamente ci si ritrova per le mani una enciclopedia calcistica. Football Manager di SEGA, nello specifico, compie quest’anno ben venticinque candeline, a riprova che la formula concepita dagli sviluppatori era, oltre che quella giusta, a prova di bomba. Ulteriore motivo di gioia sarà da ricercarsi nel fatto che finalmente la serie tornerà su console a distanza di ben quattordici anni dall’ultimo capitolo, Football Manager 2008. Sarà valsa la pena aspettare?

Cosa aspettarci quindi da un titolo facente parte di una legacy così importante? Innanzitutto, e sarà la cosa che noterete prima di tutte una volta addentrati nei vari menù di gioco, una attenzione al dettaglio non meno di maniacale. Ogni singolo parametro potrà essere impostato, modificato e cambiato, da elementi ovvi come potranno essere formazioni e strategie, ad elementi più di “corredo” ma non per questo meno importanti in ottica di roleplaying come ad esempio l’aspetto del vostro avatar in-game: tutto questo contribuirà nel far immedesimare il giocatore nel ruolo di Team Manager.

Dicevamo, tanti anzi tantissimi dettagli e parametri, che potrebbero spaventare e scoraggiare il giocatore meno avvezzo a questo tipo di giochi. La cosa viene inoltre esacerbata dal fatto che come genere, i gestionali/manageriali non godono di tantissimi rappresentanti su console. Ad ogni modo, FM21 ci aiuta essendo, de facto, una versione più corposa di quella “Light”, a sua volta una versione meno complessa di quella canonica per PC. In sostanza quindi, la versione Xbox sarà da considerarsi la compagine “intermedia”, il classico giusto compromesso in grado di accontentare, nella maggior parte dei casi, la fetta di utenza più grande.

Il fulcro delle modalità di gioco sarà la modalità Carriera, che si aprirà con la creazione del nostro alter-ego virtuale: nome, abbigliamento, tratti somatici, provenienza, precedenti esperienze, l’editor sarà completo e ricco di opzioni. Una volta completato questo importante passo, si entrerà nel vivo dell’azione di gioco. Bisognerà gestire i contratti dei giocatori, gli aumenti di stipendio, lo scouting per le nuove promesse, gestire gli infortuni, ottimizzare le sessioni di allenamento, tenere a bada stampa e tifosi (spesso) inferociti… avrete sicuramente di che tenervi impegnati! Considerate che letteralmente qualunque cosa, volendo, potrà essere sotto il vostro controllo, ogni singola decisione. Se tutto questo può sembrarvi abbastanza opprimente, tranquilli, il gioco vi verrà incontro fornendovi tutorial per ogni singola problematica che dovrete affrontare.

Football Manager 2021 Xbox Edition non è sicuramente un gioco per tutti, e non vuole nemmeno esserlo. E’ un prodotto creato con cura certosina, con una attenzione verso il dettaglio raramente vista in altre produzioni, e sia chiaro, non stiamo parlando di resa visiva delle partite, bensì di informazioni a schermo. Purtroppo, e qui onestamente ci saremmo aspettati qualcosa in più, la resa grafica in termini di dettaglio poligonale è piuttosto sottotono, assolutamente non all’altezza dell’attuale generazione di console (noi abbiamo testato FM21 su Xbox Series X). Altro dettaglio da tenere bene a mente sarà qualcosa di legato all’interazione con i menù menzionati poco sopra, ovvero la transizione dalla combo mouse+tastiera al gamepad. Che dire, i primi tentativi saranno piuttosto goffi, ma dopo già alcune ore di gioco inizierete a muovervi con agilità tra schermate e sottomenu.

Eccoci quindi alle conclusioni. Possiamo affermare con sicurezza che il ritorno di Football Manager su console è sicuramente un successo. Forte di un database pressochè sconfinato (oltre 500.000 giocatori, più di 2.500 club e ben 117 campionati da oltre 50 paesi di tutto il mondo), di una cura verso il dettaglio che mai ci stancheremo di menzionare, e di una interfaccia (nonostante tutto) di semplice lettura e navigazione, FM21 sarà letteralmente oro colato per chiunque viva di pane e calcio. Rimangono alcune perplessità riguardo alla controparte grafica più canonica, purtroppo non in linea con quanto le console di nuova generazione possono offrire. Nonostante questa piccola pecca, Football Manager 2021 Xbox Edition si conferma un prodotto assolutamente di prim’ordine. Brava SEGA!

POWER RATING:
8.5/10
“SEGA fa tornare su console il suo cavallo di battaglia dopo 14 anni, pubblicando un titolo assolutamente imperdibile per tutti gli amanti del gioco del calcio.”

PRO:
-Il paradiso del calcio
-Database assolutamente spaventoso
-Il gamepad si sostituisce ottimamente a mouse e tastiera
-Potrete controllare letteralmente qualunque aspetto del vostro team…

CONTRO:
-…ma la cosa potrebbe spaventare i giocatori meno smaliziati
-Comparto tecnico purtroppo sottotono

– Codice Review fornito dal Publisher
– Testato su Xbox Series X

Posted by:Powerwave83

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...