Di Redazione PW83

Il classico action-RPG di Square torna a splendere in un sontuoso Remaster a opera dei talentuosi M2

La serie di Mana, nel 2021, compie nientemeno che 30 anni. Normale quindi che Square Enix voglia cercare di celebrare (capitalizzare?) il successo di una saga così amata dal pubblico offrendo il maggior numero possibile di contenuti a tema. Uno di questi sarà il qui presente Legend of Mana, originariamente pubblicato su PlayStation nel 1999, Legend è il quarto capitolo ufficiale della serie, sequel del bellissimo Trials of Mana (che potete trovare recensito CLICCANDO QUI). L’approccio verso il titolo da parte di Square per questo nuovo capitolo é però diametralmente opposto a quanto visto l’anno scorso: laddove Trials era una Remake fatto e finito, ricostruito da zero, Legend sarà invece un Remaster. Vedetela come una sorta di opera di restauro: si porta l’originale alla gloria non andando a intaccare minimamente le sue qualità più distintive.

TRIVIA! – Sapevate che abbiamo intervistato Laura Kriss, una delle interpreti di Trials of Mana? CLICCATE QUI per leggere l’intervista completa!

E qui entra in gioco M2, leggendario developer giapponese già artefice di alcune delle migliori opere di porting e di restauro videoludico viste in tempi recenti. Sono loro infatti lo studio dietro a tanti capitoli della collana SEGA AGES, o ancora di decine di titoli per Nintendo WiiWare e per Nintendo Virtual Console. Conoscendo già la loro abilità, dopo aver visto l’ottimo lavoro fatto con Legend, possiamo sicuramente tirare un sospiro di sollievo. Non lo nascondiamo, il comparto visivo di Legend of Mana (LOM da ora) sarà assolutamente delizioso, in primis guardando gli stupendi sfondi di gioco disegnati a mano e perfettamente aggiornati per le nostre console, riadattandoli tra l’altro al formato in 16:9 al posto del 4:3 originale. E per quanto alcuni giocatori storceranno il naso vedendo come i personaggi abbiano mantenuto la loro caratteristica pixellosità, noi abbiamo trovato che il risultato finale non fosse poi così male, specialmente messi di fronte alle creazioni utilizzate per i boss di livello, assolutamente impressionanti anche dopo tutti questi anni. Rimane sicuramente una questione di gusti, su cui noi non vogliamo e non possiamo mettere becco.

TRIVIA! – Vi intriga il setting della serie Mana ma non sapete da quale titolo iniziare? Perchè non leggete il nostro speciale CLICCANDO QUI? Copre l’intera saga!

Dove però possiamo mettere il nostro curioso e piuttosto sgraziato becco è in tutto il resto, ad esempio nella trama. E’ interessante notare come LOM sia al contempo canonico e contemporaneamente disgiunto e disordinato. Ci spieghiamo meglio: Canonico perchè il titolo seguirà i dettami del fantasy e della serie di Mana, ovvero quelli dell’eroe che da solo sconfiggerà il male e riporterà il regno alla gloria di un tempo (letteralmente, grazie al sistema Land Make che vi permetterà di creare la vostra mappa di gioco personalizzata), e disordinato perchè il gioco, pur avendo una sorta di narrazione di base, sarà principalmente costruito su diversi eventi, alcuni singoli e altri che si dipaneranno nel corso di svariati episodi, che rendono il tutto un po’ (troppo) confusionario e difficile da seguire. E su quest’ultima nota, ci andiamo ad allacciare ad un’altra delle caratteristiche di LOM: spingere il giocatore, tacitamente, ad arrangiarsi. Legend non vi terrà per mano, proprio per niente, e questo potrà spiazzare i giocatori neofiti attratti dal gioco magari proprio alla luce del fantastico comparto grafico. Legend è, nel bene o nel male, figlio del lancio originale, un periodo in cui tante cose che diamo ora per scontate non erano nemmeno prese in considerazione.

Giunti a questo punto, potreste esservi fatti l’idea che LOM sia un gioco difficile, programmato un po’ alla bell’e meglio, e con una trama che fa acqua da tutte le parti, e non potreste essere più lontani dalla verità. Questo perchè LOM, al netto delle “particolarità” (attenzione, non difetti) che si porta dietro, é comunque un signor titolo. E’ divertente, colorato, con un cast di personaggi ben definiti e interessanti, e se si considera il periodo in cui è uscito, porta in dote un sacco di peculiarità. Il sistema di combattimento poi, per quanto “semplicistico” è in grado di regalare soddisfazioni, una volta imparato a concatenare attacchi deboli, forti, parate, magie e skills specifiche. Non solo, è anche un titolo che, proprio in virtù del suo sistema narrativo bizzarro, si presta più che bene a diversi playthrough con esiti differenti. Non fatevi trarre in inganno dall’apparente delicatezza di Legend, perchè è un gioco dotato di vari strati di profondità.

Tirando le somme, Legend of Mana è un titolo da prendere seriamente in considerazione se cercate un action-rpg senza tempo, restaurato in maniera sublime da assoluti maestri del settore. Potrà darvi qualche grattacapo inizialmente, ma una volta che tutto avrà fatto click e sarà andato al posto giusto, ne rimarrete rapiti.

POWER RATING:
7.5/10
“Un classico, senza dubbio figlio di un’era videoludica acerba per certi versi, restaurato in maniera sublime.”


PRO:
-Nuovi sfondi assolutamente sublimi
-Sistema di combattimento accessibile e divertente
-Tantissime caratteristiche uniche

CONTRO:
-Trama difficile da seguire
-Inizialmente confusionario

-Codice review fornito dal Publisher
-Testato su PlayStation 4 PRO

Posted by:Powerwave83

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...