Di Pierre Coppi

Funselektor porta il suo stilosissimo racer dall’aspetto minimalistico sulle nostre console

Art of Rally è un gioco di guida arcade straordinariamente divertente e piuttosto unico: un’esperienza stilizzata low-poly con un punto di vista isometrico, idealmente l’evoluzione di quelle grandiose esperienze da Sala Giochi che furono, negli ormai lontani anni ’90, titoli come Thrash Rally e Neo Drift Out (SNK) e, allargando un po’ lo spettro, il mai dimenticato World Rally (1993) della ormai defunta Zigurrat Software.

Il gioco di Funselektor e la sua modalità Carriera, per riflesso, andranno a ripercorrere ed omaggiare quella che è stata, fondamentalmente, l’età d’oro del mondo dei Rally: si inizierà quindi negli anni ’60 con le leggendarie Mini Cooper e Ford Escort, quando le auto erano poco più che modelli di serie con un numero di gara sulla portiera e (quando andava bene) una livrea, per proseguire poi con alcuni immancabili esemplari di auto che hanno fatto la storia delle competizioni: dalle mostruose e terrificanti Gruppo B (prototipi con potenze intorno ai 600cv) come la mitica Lancia 037, la Audi Quattro S1 e la Ford RS200. Proseguendo, si andrà inevitabilmente a culminare con le iconiche rally cars degli anni ’90, auto rese immortali da giochi come SEGA Rally, Colin McRae Rally e via discorrendo. Ovviamente saranno presenti anche veicoli da considerarsi come easter-eggs, tra i quali notiamo una piccola Apecar, diverse varianti del mitico Volkswagen Sambabus e addirittura uno Scania adibito al trasporto legname (non fate domande…). La cosa divertente di tutto questo, cioé del roster di auto disponibili, é che essendo Art of Rally sprovvisto di qualsivoglia licenza ufficiale ogni auto verrà chiamata con simpatici nickname: ecco quindi che una Subaru Impreza 22B diventerà The Fujin, una Mitsubishi Evo 6 WRC verrà nominata The Max Attack e via così. Riconoscere la natura da cui questi nickname provengono diventerà una sorta di mini-gioco a parte. Bello!

Una volta in strada, ecco che il gioco esprime il meglio di sé. Ogni auto si controllerà in maniera differente in virtù sia delle proprie caratteristiche che del fondo stradale su cui si sta gareggiando, donando al giocatore sensazioni estremamente dettagliate e specifiche. Le trazioni posteriori saranno brutte gatte da pelare su praticamente qualunque superficie, mentre le anteriori e le integrali saranno ben più gestibili, con queste ultime che, come da tradizione, saranno il non-plus-ultra dell’offerta disponibile e con cui potenzialmente potrete sperare di spuntare i tempi migliori.

Correre nella modalità carriera sarà un affaire piuttosto lungo, vista la presenza di 60 stages suddivisi in 5 macro-aree (Sardegna, Germania, Giappone, Finlandia e Norvegia) ma non sarà la vostra unica opzione: sarà infatti disponibile anche una rilassante modalità free-roam in cui potrete cimentarvi in attività ben diverse dal distruggere record. Qui il vostro obiettivo sarà percorrere in lungo e in largo le varie ambientazioni di gioco sulla vostra auto preferita, gustandovi i paesaggi low-poly mentre cercate di trovare le lettere componenti la parola RALLY (un po’ come succedeva in Tony Hawk’s Pro Skater), cassette musicali e punti di interesse, il tutto mentre un gradevole sottofondo in stile pop-synth anni ’80 vi farà da colonna sonora.

Art of rally è una esperienza decisamente gradevole nella sua interezza, sia che stiate cercando di dominare ogni singolo stage della modalità carriera (cosa che sbloccherà progressivamente sia auto che nuove livree per le stesse), sia che stiate trotterellando per i vari scenari in modalità free-roam. Dalle tinte pastello dei livelli ambientati in Kenya (una nuova aggiunta per le versioni console, insieme a 4 nuove auto) agli scenari innevati della Norvegia, il titolo Funselektor sarà un glorioso distillato di tutto quello che ha reso immortale la disciplina del Rally, “il motorsport degli dei”.

Tirando le somme, Art of Rally é un titolo che chiunque dovrebbe provare. La sua visione stilizzata ed idealizzata del mondo del Rally è un piacevole, piacevolissimo contraltare alle simulazioni ultra-realistiche quali Dirt, Dirt 2.0 e WRC. Tanti contenuti e tanti bonus sbloccabili vi garantiranno ore di spensierato divertimento off-road.

POWER RATING:
8.5/10
“Art of rally, semplicemente, è in grado di divertire chiunque. E se non siete già fan del mondo dei rally…beh, lo diventerete.”

PRO:
-Graficamente delizioso
-Gameplay arcade seppur profondo
-Ore ed ore di gameplay e contenuti

CONTRO:
-Qualche occasionale indecisione grafica (clipping, pop-in)


-Testato su Xbox Series X mediante Game Pass, usando la funzione Xbox Cloud Gaming (BETA)

Posted by:Powerwave83

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...