Di Redazione PW83

Smashroom per Switch é un colorato platform indipendente tutto Italiano. Tutti i segreti nella nostra review!

C’è un genere, qui a PW83, di cui non ci stancheremo mai. E prima che lo chiediate, no, non stiamo parlando dei Fighting Games, ogni tanto anche noi abbiamo bisogno di un certo periodo di defaticamento da sessioni troppo lunghe, sessioni online, periodi di allenamento… no, il genere di cui probabilmente non ci stancheremo mai é quello dei platform, e nello specifico di quelli 2D.

Ci siamo fondamentalmente cresciuti, giocando a questi giochi, e non c’è quindi da sorprendersi se, quando ci viene data l’opportunità di recensirne uno nuovo, specialmente se qualcosa di indipendente, ognuno dei membri della redazione tenda a gettarvisi sopra come un falchetto in picchiata. Così è stato anche per Smashroom, il colorato protagonista di questo articolo. 100% Italiano e programmato interamente da una sola persona, tale Jonathan Calsolaro con giusto l’aiuto di qualche “extra” per quanto concerne la colonna sonora e le voci, il titolo vide originariamente la luce su PC per poi essere trasposto su Switch, e sarà questa la versione che andremo ad analizzare.

Descrivere, o anzi, categorizzare Smashroom solamente come Platform non rende però giustizia al titolo, visto che incorpora diversi generi al suo interno: Rpg e Puzzle saranno infatti anche loro parte dell’esperienza di gioco, ed è una cosa che abbiamo onestamente molto apprezzato. Ma, vi sentiamo rumoreggiare, quale sarà il gameplay loop che dovremo aspettarci una volta scaricato il gioco nelle nostre console? E’ presto detto.

Inizierete il gioco dopo una breve sequenza introduttiva, dove vi verrà spiegato in maniera piuttosto criptica che “la Foresta è in pericolo… un antico sortilegio… una maledizione da spezzare“. Subito dopo, una figura umanoide verrà trasformata nel nostro protagonista, lo Smashroom (Smash+Mushroom) e vi troverete nel primo mondo di gioco. Qui finalmente avremo modo di capire come si gioca questo ibrido tra diversi generi. I comandi base saranno i seguenti: A vi farà saltare, B vi farà esplodere. Unendo B alle diverse direzioni dello stick (o dell’analogico di sinistra) avrete modo di produrvi in diversi attacchi, tra cui quello speciale. Durante le vostre esplorazioni, avrete modo di sconfiggere nemici, cosa che vi garantirà punti EXP i quali, una volta raggiunta la quota necessaria, vi garantiranno il canonico level-up. Qui potrete decidere di investire i vostri sudati punti abilità in diverse caratteristiche come più danno fisico, più punti vita, attacchi elementali ed altro ancora. Nota a margine: Fate attenzione, perchè morire in Smashroom vi costerà la metà dei punti EXP guadagnati fino a quel momento! Continuando nelle vostre avventure vi imbatterete anche in leggere fasi Puzzle, che andranno a variegare il gameplay del gioco: dovrete spostare blocchi per aprire nuovi percorsi o distruggere strategicamente oggetti così da poter raggiungere determinati segreti e power-up: insomma, niente di trascendentale ma una gradita aggiunta al gameplay. Tra l’altro, proprio in virtù di questi puzzle semi-ambientali, si potrà notare l’ottimo lavoro svolto da Jonathan in fase di level-design. Bravo!

Tecnicamente il gioco è solido sotto praticamente qualunque aspetto. La pixel-art che funge da scheletro all’esperienza è carismatica e ben fatta, così come le animazioni del nostro Funghetto, dei nemici e dei boss di fine livello. L’unica cosa che non ci ha convinto è stata una leggera “sfocatura” dell’immagine in fase di testing mentre usavamo la console in versione portatile (probabilmente dovuta al calo di risoluzione) ma parlando con Jonathan, una patch dovrebbe essere in arrivo a breve. Ottimo il sonoro, con particolare menzione verso la OST, in grado di regalare tracce emozionali e d’atmosfera. Unico difetto? Talvolta queste stesse tracce risultano un pelo troppo corte, andando in loop anche più volte nello stesso quadro di gioco.

Tirando le somme, Smashroom è un titolo che ci sentiamo di consigliare senza riserve. E’ Italiano, è più che ben fatto, è divertente ed è intelligente nel suo miscelare diversi generi nelle giuste proporzioni. Se questo è il titolo di esordio di Jonathan Calsolaro, non vediamo l’ora di vedere le sue creazioni future!

POWER RATING:
8.0/10
“Smashroom potrebbe e dovrebbe essere il vostro nuovo acquisto: è Italiano, è divertente, ed è ben fatto. Serve altro?”


PRO:

-Tecnicamente solido
-Ottimo Level-Design
-Livello di sfida gratificante (action/puzzle)
-Bella colonna sonora…

CONTRO:
-…anche se tende a ripetersi un po’ troppo
-Calo di prestazioni grafiche in modalità Handheld

-Codice review fornito da Forever Ent.
-Testato su Nintendo Switch

Posted by:Powerwave83

Una risposta a "#Smashroom – #Switch Review"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...