Di Redazione PW83

-Codice Review fornito da Square Enix
-Versione Testata: PlayStation 5

-Disponibile per: PlayStation 4, PlayStation 5, Nintendo Switch, PC

Square Enix riporta alla ribalta uno dei più leggendari RPG Strategici di tutti i tempi in questo remake per console attuali del classico Tactics Ogre: Let us cling togheter!

L’accoppiata Square(soft) e Nintendo, ai tempi del mai troppo lodato SNES, ci ha regalato delle assolute pietre miliari. La moderna Square-Enix è ben conscia di questo concetto ed ecco infatti apparire, finalmente, diciamo noi, il remake di uno dei più grandiosi Strategy RPG mai concepiti: Tactics Ogre!

Tactics Ogre è stato un gioco fondamentale nell’evoluzione del genere dei giochi di ruolo strategici, eppure non ha mai ricevuto l’apprezzamento che merita al di fuori del Giappone. In parte, questo ha a che fare con la lunga ombra proiettata dal suo fratello minore, Final Fantasy Tactics. Nonostante abbia ricevuto un incredibile remake nel 2011, l’esclusività per PSP ha limitato ancora una volta il potenziale bacino di utenza di Tactics Ogre. Ora, con lo sdoganamento dell’HD, questo Tactics Ogre Reborn ampiamente rinnovato sbarca su quasi ogni piattaforma, con una Square Enix finalmente pronta a correggere un’ingiustizia di lunga data, anche se alcuni cavilli con le modifiche alla presentazione e al gameplay impediscono che questa sia la versione definitiva di questo grande classico.

La nostra storia segue il giovane Denam e sua sorella Catiua, due fratelli del clan Walister. I Walister hanno sofferto per anni sotto l’oppressione del governo Galgastani, e tra loro ha cominciato a formarsi un movimento di resistenza. Quello che inizia come un piano per vendicare la morte del padre dei fratelli si trasforma in una missione per salvare il duca Ronwey, leader della resistenza. Ma quando Denam diventa parte integrale di questa resistenza, dovrà anche scoprire fino a che punto si spingerà il duca Ronwey per portare avanti la sua causa, costringendolo a fare scelte molto difficili. Man mano che la lotta si amplierà, fino a coinvolgere gli stati vicini, Denam dovrà trovare il proprio modo per porre fine al conflitto.

A seconda delle scelte che farete (comprese alcune decisioni assolutamente strazianti, letteralmente di vita o di morte), il percorso della storia (così come i personaggi speciali che potrete reclutare) cambierà radicalmente. Ci sono un sacco di colpi di scena e sorprese da sperimentare, e ritorna anche il sistema The World Tarot del remake per PSP, che funge da New Game+ potenziato: dopo aver completato il gioco, potrete tornare ai punti precedenti della storia, esplorando diversi esiti e percorsi mantenendo il vostro attuale elenco di personaggi.

Il gameplay è simile ad altri giochi di ruolo strategici “a griglia”: farete crescerete e schiererete un mini-esercito accuratamente selezionato per combattere contro una squadra controllata dalla CPU, spostandovi sul campo di battaglia e usando attacchi e abilità per ottenere il sopravvento. Quando ogni personaggio arriva al proprio turno, il “quanto lontano può muoversi” sarà determinato da una moltitudine di fattori, tra cui statistiche, equipaggiamento, buff/debuff e quante azioni hanno compiuto nel turno precedente. L’efficacia di attacchi e abilità è similmente influenzata da un’ampia gamma di variabili: statistiche, affiliazioni elementali, tipo di attacco e persino da quale direzione vi state avvicinando sono solo alcune delle cose che incidono sull’ intero processo.

Ciò che rende divertente il combattimento è l’enorme quantità di opzioni a tua disposizione e le variabili da considerare: vai con le spade che oscillano con i tuoi grandi lividi per attirare il nemico verso di te o trattenerti finché le tue risorse MP non si accumulano per prime? Scegli attacchi più piccoli e prolungati su un bersaglio o cerchi di indebolire il tuo nemico con disturbi di stato prima di sferrare un massiccio colpo mortale? Dovresti uccidere i mostri che incontri per ottenere oggetti rari o tentare di addestrarli a usare i loro poteri unici nelle battaglie che vanno avanti? Capire un modo per affrontare ogni combattimento ed eseguire i tuoi piani (o almeno tentare di farlo) è tremendamente gratificante. E se vengono commessi degli errori, c’è un modo per riprendere mosse particolarmente ossute: i Tarocchi dei Carri è una funzione opzionale che puoi attivare per “riavvolgere” i turni in battaglia e provare una diversa linea d’azione.

Ma tutti i riavvolgimenti del mondo non vi salveranno se non avrete un esercito forte, e costruire un plotone di eroi, ognuno personalizzato secondo i vostri gusti, è una delle parti più coinvolgenti e gratificanti di Tactics Ogre. Ci sono una miriade di classi da scoprire durante il gioco: dai classici del genere come maghi, cavalieri e arcieri agli spaventosi Cavalieri del Terrore, Negromanti che controllano i non morti e Fucilieri specializzati in proiettili. Ogni classe ha abilità specifiche che possono apprendere ed equipaggiare, ma solo quattro possono essere assegnate per personaggio. Non sarete nemmeno bloccati con un tipo di arma specifico in ogni classe: tutte le classi hanno almeno alcune armi diverse che possono equipaggiare e anche classi specifiche possono utilizzare incantesimi. Questa flessibilità significa che è possibile avere più unità della stessa classe con build estremamente diverse: ad esempio, potresti creare un’unità ninja focalizzata su una combinazione di attacchi con arco a distanza e magia ninjutsu insieme a un altro personaggio ninja creato per infliggere danni debilitanti con doppie armi, attacchi corpo a corpo che infliggono alterazioni di stato. Esplorare le classi e giocare con diverse configurazioni è tremendamente divertente ed sarà fin troppo facile passare ore a gestire i vostri soldati virtuali.

A questa esperienza si aggiungono alcune meccaniche di gioco rinnovate che sono nuove di zecca per Tactics Ogre Reborn. I sistemi per l’apprendimento e l’utilizzo delle abilità sono stati enormemente semplificati, rendendo facile tenere traccia di ciò che i personaggi hanno appreso ed equipaggiato. Sono state aggiunte nuove abilità, come un’abilità per alcune classi che attiva un successivo attacco a tenaglia quando un’unità avversaria viene circondata e attaccata. Inoltre, invece del confuso e ingombrante sistema di livellamento basato sulle classi del remake per PSP, i personaggi ora guadagnano livelli attraverso un sistema EXP individuale più tipico in cui ogni unità guadagna livelli attraverso EXP che si mantiene anche dopo aver cambiato classe. Un’altra nuova aggiunta, i ciondoli, sono oggetti monouso che possono aumentare le statistiche dei personaggi, aumentare i loro livelli e cambiare le loro affiliazioni elementali, dandovi un controllo ancora maggiore sulla loro personalizzazione. E se volete aumentare i livelli e le abilità di poche unità, potrete scegliere di partecipare a battaglie di addestramento in cui il rischio di morte permanente è mitigato. Ciò significa anche che non ci saranno più battaglie casuali durante il roaming sulla mappa… finalmente!

Ci sono molti altri cambiamenti e aggiornamenti della qualità della vita a Tactics Ogre Reborn: un visualizzatore di traiettoria per vedere esattamente dove colpiranno gli attacchi a distanza, l’eliminazione del fallimento della creazione di oggetti, un sistema di rinascita più simile a Final Fantasy Tactics con un conto alla rovescia sulle unità cadute fino alla morte permanente, ed essere in grado di esplorare il campo di battaglia prima del combattimento. La maggior parte di queste alterazioni sono in meglio, ma ce ne sono alcune che sono discutibilmente peggiori. L’aggiunta di carte buff e debuff che appaiono casualmente da collezionare (o provare a forzare sui nemici) sul campo di battaglia è un’ottima idea, anche se può finire per rendere le battaglie più caotiche. Le abilità e le mosse finali che utilizzavano una risorsa chiamata PT nel gioco PSP ora utilizzano invece MP. Ciò rende la gestione delle risorse leggermente più semplice, ma rende anche la gestione delle risorse MP molto più impegnativa per alcune classi, come i Cavalieri ibridi curativi/tank. Infine, uno dei più grandi cambiamenti è l’introduzione di un limite di livello di gruppo che aumenta solo dopo aver completato parti particolari della storia. Questo viene fatto per impedirvi di superare il livello consigliato per battere le battaglie della storia. Sebbene aiuti a mantenere costante il livello di sfida, impedisce a un giocatore che ha problemi in un particolare incontro di “livellare” per aiutarlo a superarlo, cosa che dovrebbero avere la libertà di fare se lo desiderano.

Tirando le somme, l’intenso combattimento tattico di Tactics Ogre, la costruzione approfondita del personaggio e l’eccellente narrazione lo rendono un gioco imperdibile per i fan dei giochi di ruolo strategici. È meraviglioso che questo gioco sia finalmente ampiamente disponibile e la maggior parte degli aggiornamenti e delle variazioni rendono il pacchetto ancora migliore.

POWER RATING:
9.0/10
“Tactics Ogre, nel 2022, ha finalmente a sua disposizione un bacino d’utenza a livello mondiale, che finalmente potrà gustarsi uno dei più profondi, meglio scritti, complessi e divertenti Strategy-RPG mai concepiti. Grazie Square!”

PRO:
+Una trama superlativa, scritta dal maestro Yasumi Matsuno (Final Fantasy Tactics, Vagrant Story, Final Fantasy XII)
+Uno dei gameplay più gratificanti della storia degli SRPG
+Profondo, complesso, ma mai spaventoso nelle sue meccaniche

CONTRO:
-In tutta onestà, avremmo preferito una ricostruzione grafica come quella di Live-A-Live, con il superbo HD-2D di Square-Enix
-A livello sonoro, a parte il doppiaggio, non ci sono state grosse migliorie

Posted by:Powerwave83

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...