Di Pierre Coppi

Nota bene: Questo articolo è una traduzione di quello già pubblicato al tempo del lancio di Panzer Dragoon Remake per Nintendo Switch, a cui sono state aggiunte le nostre impressioni dopo aver testato il prodotto su Xbox Series X. Buona lettura!

Tanto Tempo fa, in una galassia lontana lontana…

Non proprio. Diciamo solamente che nel 1995, per il lancio del mai troppo lodato Sega Saturn (a ben vedere sempre parte di una galassia!) una piccola gemma scaturì dalle brillanti menti del Team Andromeda. Era uno sparatutto su binari, all’epoca uno dei generi più in voga, dove il giocatore poteva cavalcare un Dragone blu per 6 livelli arcade, cercando di evitare che la propria nemesi, il Dragone (Prototipo) Nero raggiungesse la torre di Capital City. Ora, 25 e qualcosa anni dopo, è accaduto un piccolo miracolo quando i ragazzi di Megapixel Studio e Forever Entertainment hanno pubblicato il remake di quello che era ed è tutt’ora considerato come uno dei più iconici giochi lanciati su Sega Saturn.
Andiamo a vedere ora il gioco in esame. Il comparto grafico ha ricevuto un profondo e completo makeover. Sia chiaro, questo non è un remaster, è un remake, quindi qualunque cosa è stata ricostruita e in certi casi ridisegnata da zero. Dobbiamo ammettere che il risultato finale è giusto sotto a “fantastico”. Dove nella versione originale il primo livello era sicuramente evocativo ma decisamente scarno di dettagli, questo remake aumenta tutto alla N. Il corso d’acqua che seguirete durante la prima missione è ora composto da colonne e pilastri provenienti da una precedente civiltà e da edifici ormai abbandonati e in rovina, ora circondati da questo vasto canyon dove la vegetazione ha iniziato a crescere sui bordi delle scogliere. E’ un cambio molto, MOLTO appariscente dall’originale, dove si volava sopra a quello che poteva essere un lago di dimensioni infinite.

A sinistra, l’originale per Sega Saturn. A destra, la versione per Nintendo Switch.

Il gameplay di Panzer Dragoon (e del remake, ovviamente) è molto semplice. Controllerete il drago e il reticolo di puntamento usando lo stick analogico di sinistra, e userete il tasto A (su Xbox, B su Switch) per sparare. Premere il tasto singolarmente vi farà sparare con la pistola del cavaliere, mentre premere e tenere premuto il tasto, facendo scorrere il reticolo sopra ai nemici, vi permetterà di inquadrarli. Nel momento in cui rilascerete il tasto, il drago sparerà raggi di energia verso i nemici inquadrati. Avrete inoltre (come nell’originale) la possibilità di ruotare la visuale attorno a voi usando i tasti LB/RB (L/R su Switch), dandovi così la possibilità di distruggere nemici al vostro inseguimento, o ai lati. Molto semplice, molto arcade, molto bello.

Quindi: Ottimo lavoro grafico (specialmente su Xbox), gameplay divertente… Panzer Dragoon è perfetto? Sfortunatamente no, esattamente come l’originale. La giocabilità è ottima, ma sfortunatamente è un po’ troppo semplicistica per i giorni nostri (per quanto abbiamo apprezzato la scelta degli sviluppatori di non alterarla) e in più, il gioco è decisamente carente nel comparto della longevità. Panzer Dragoon è un gioco che, anche alle difficoltà più elevate (ce ne sono 3 tra cui scegliere) soffre dell’essere veramente corto. I veterani potranno completare più playthrough in poco più di un paio d’ore. Continuando con i lati negativi, ci sono oggettivamente dei problemi con il gioco, in particolare con gli imput. Su Switch, cercando di ruotare la visuale c’è un leggero ritardo nella risposta del comando. Lo stesso problema appare anche anche cercando di agganciare i nemici con il tasto di fuoco principale. Per finire, durante la fase di testing sempre su Nintendo Switch, il framerate ha spesso singhiozzato, alle volte al punto di cadere intorno a cifre decisamente non lusinghiere. Nessun problema su Xbox, dove la potenza dell’hardware consente al titolo di girare fluidissimo. Quindi, questi problemi dovrebbero fermarvi di fronte alla prospettiva di acquistare il titolo?

ASSOLUTAMENTE NO! In primis, tutte queste problematiche possono e saranno sicuramente corrette con una patch a un certo punto. Niente dovrebbe trattenervi dal gustarvi questa piccola gemma. E’ corto? Decisamente, ma provate a vederla così: Nel caso della versione Switch calza perfettamente con la natura stessa della console, rendendolo perfetto per quella piccola pausa al lavoro o ogni volta in cui volete una piccola dose di azione arcade! Il gameplay è semplicistico? Ancora una volta si, e lo stesso criterio di poco sopra può essere applicato anche in questo contento. Niente di eccessivamente complicato. I giochi ricevono la nome di classici per un motivo, sapete?

In conclusione, considerate tutte le variabili, stiamo assolutamente adorando questo remake di un classico leggendario. I ragazzi di Megapixel Studio sono riusciti a ricreare il feeling dell’originale, adattandolo al palato delle nuove generazioni di giocatori. Tutto in Panzer Dragoon funzionava all’epoca e funziona tutt’ora: Lo stile inspirato da Mobius, il gameplay arcade, la mitologia del mondo di gioco, la estraniante atmosfera aliena che permea tutto il gioco…
Se queste sono le premesse, non stiamo già più nella pelle al pensiero di un ipotetico Panzer Dragoon Zwei e, senza dirlo a voce troppo alta… Panzer Dragoon Saga!

POWER-RATING:
9.0/10 (8.5/10 su Switch)
“Un viaggio nella memoria, un grandioso omaggio a un classico senza tempo”

PRO:
-La grafica in HD è fenomenale, specialmente su Xbox
-Azione arcade e divertente
-Il mondo di PZD è affascinante, alieno e misterioso come sempre

CONTRO:
– Un po’ troppo corto
-Nessuna funzionalità aggiunta rispetto al classico del 1995
-Problemi di framerate e imput-lag su Nintendo Switch

-Codici Review forniti dal Publisher
-Testato su Switch usando il controller Hori Horipad


Posted by:Powerwave83

2 risposte a "Panzer Dragoon Remake – Xbox Series X, Nintendo Switch Review"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...